ASSISTENZA 7 GIORNI SU 7

Dieta chetogenica

Natural Diet

  • Home
  • /
  • Dieta chetogenica

DIETA CHETOGENICA? NO, UNA NATURAL DIET!

Prima di spiegarvi perchè la mia non è una DIETA CHETOGENICA, devo chiedervi se voi sapete cosa sia effettivamente una dieta chetogenica o Keto Diet.
Non vi farò una lezione universitaria di fisiologia umana, ma qualche nozione, seppure in modo molto semplificato ve la devo dare, sia per farvi capire la differenza, sia per analizzarne i pro ed i contro. 

La parola “chetogenica” significa letteralmente “che genera corpi chetonici”, cosa sono i corpi chetonici? Avete presente quando passate molte ore a digiuno e sentite in bocca quella sgradevole sensazione di amaro, accompagnata da una leggera alitosi? Bene, questo è uno dei segnali che ci fa capire che stiamo producendo chetoni o corpi chetonici. L’alitosi è solo una delle più blande conseguenze di una dieta chetogenica, ma queste le esamineremo fra pochissimo.


La dieta chetogenica, non me ne vogliano i miei colleghi che la prescrivono con facilità, è più simile ad un piano di “digiuno” che ad un piano alimentare: infatti non fa altro che indurre il corpo a mimare tutti quei meccanismi di sopravvivenza che metterebbe in atto se fosse in carestia. L’obiettivo dunque è quello di spingere il corpo a dover sopravvivere attaccando il grasso di deposito, producendo, sotto forte stress metabolico, molti corpi chetonici e ricavando da questi forzatamente l’energia necessaria. Fin qui sembra tutto bello, ma a quale costo può avvenire questa specie di “miracolo”?

Innanzitutto, supponendo che questa venga prescritta e seguita da un Nutrizionista e non sia frutto di una vostra folle iniziativa privata, noterete che: saranno ASSOLUTAMENTE BANDITI I CARBOIDRATI e, non mi riferisco solo a Pane e Pasta, ma ad ogni tipo di cereale esistente quindi Riso, Mais, Orzo, Farro ecc, andranno eliminati lo Zucchero (sì, di ogni tipo) il Miele, i Dolcificanti (no, neanche una caramellina sugar free!) tutti i Legumi, la mia amata Frutta ed anche alcune Verdure come Pomodori, Zucca, Peperoni e Carote. A seconda della scelta del Nutrizionista, possono essere tolti anche tutti i Formaggi e, se reputato necessario, viene integrata la quota di proteine utilizzando quelle in polvere.

Sì, avrei fatto prima a dirvi che gli unici alimenti consentiti in una Keto Diet sono Carne, Pesce, Uova, Frutta Secca, Cocco, Avocado e Verdure a foglia verde, ma farvi un elenco riguardo ai cibi a cui dovrete rinunciare è sicuramente più onesto e vi permetterà di fare il confronto con diete “più normali” e direi anche più salutari.

Queste privazioni che devono essere prescritte previa valutazione fisica e psicologica del paziente, dovrebbero essere rispettate per un massimo di 21 giorni, ma come DIVIETI ASSOLUTI, nel senso che, una volta indotto il processo di chetosi, non va assolutamente interrotto, altresì si rischia di mandare in blocco il metabolismo e di recuperare non solo i Kg eventualmente persi, ma anche di metterne qualcuno in più. Questo significa che se nei 21 giorni vi viene voglia di Pizza o vi viene voglia di una colazione con Cornetto e Cappuccino o vi viene voglia di una bella Macedonia, se non volete mandare tutto all’aria, è meglio che ve la fate passare… E quindi dopo 21 giorni si è liberi? Certamente, dopo questa fase d’urto così rigida, finalmente potrete mangiare come e quanto vorrete senza mettere su un grammo! Vi piacerebbe, eh? No, non è affatto così. A parte che dopo nessuna dieta potrete darvi alla pazza gioia a tavola senza ingrassare, ma soprattutto dopo una dieta chetogenica  in cui una volta terminato il periodo di privazioni, inizia un altro periodo (nella migliore delle ipotesi di 3 settimane) comunque di privazioni, in cui, con MOLTA ATTENZIONE, inizierete a reintrodurre verdura, frutta, formaggi e solo in ultimo i cereali, ma a piccole dosi. Diciamo che se tutto va bene e non recuperate peso, potrete addentare la vostra amata Pizza dopo circa 42 giorni di sofferenza.

Ovviamente le conseguenze di un'alimentazione così povera di tutte queste fonti di carboidrati e di un così elevato dosaggio di grassi e proteine sono tante e non sono affatto da prendere sottogamba: gli organi tutti ed in particolar modo il cervello, soprattutto i primi giorni senza zuccheri, darà segni di stanchezza, di confusione e di irritabilità; vi sentirete senza forze, perennemente disidratati ed assetati, l’alito ed il sudore avranno un odore amaro-acidulo ed i reni andranno in affaticamento, dovendo smaltire una quota proteica alta.


La mia Natural Diet non è nulla di tutto ciò e troppe volte viene erroneamente accostata ad una Dieta Chetogenica. Ci tengo a dire che chi segue una dieta Natural non si dovrà privare neanche dei dolci! Io ai miei pazienti, SENZA TOGLIERE FRUTTA, CEREALI, LEGUMI, FORMAGGI E DOLCI, prometto e mantengo sempre di farli dimagrire; anzi, durante il primo mese, la perdita può essere anche pari al 10% del peso corporeo di partenza. 

Non si tratta assolutamente di una dieta iperproteica, non esistono “bibitoni miracolosi” da prendere, non prescrivo pillole e bustine “brucia grassi”, l’unico mezzo che utilizzo per portare il paziente ad avere un corpo snello e tonico è il cibo buono e genuino!

Per anni ho studiato cereali, frutta, verdura, carne, pesce e formaggi: non mi stancherò mai di dirlo che l’Uomo è un animale onnivoro e che ogni alimento è per lui importante fonte di nutrimento e non deve privarsi di nulla. Deve però lasciarsi guidare nei giusti abbinamenti e nelle giuste quantità. I miei pazienti non lamentano mai il senso di fame, perchè mangiano tanto, a detta loro (a detta mia mangiano il giusto!) e mangiano nella maniera corretta.

“Ma Pasta e Pane fanno ingrassare…” No, Pasta e Pane fanno ingrassare se ne abusi e se prediligi farine bianche e molto raffinate. Dovremmo smetterla di demonizzare i carboidrati e troppo spesso privarcene, commettendo un grande errore!

Sono del parere che saper scegliere gli ingredienti è la chiave di volta per poter mangiare tutto: se ad esempio un Muffin lo prepari con farina di grano saraceno, con il Miele al posto dello zucchero bianco e, lo farcisci con una crema alle nocciole senza lattosio, puoi concederti anche una colazione golosa e non ingrassare. 

Ecco il mio segreto: scegliere il buon cibo e insegnare ai miei pazienti a mangiare bene come stile di vita!