ASSISTENZA 7 GIORNI SU 7 | CONSULENZA ON LINE

“VUOI UNA GOMMA? ...NO, GRAZIE”

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • “VUOI UNA GOMMA? ...NO, GRAZIE”
“VUOI UNA GOMMA? ...NO, GRAZIE”
30 ottobre 2021
  • Blog

“Si mastica ma non si mangia...cos’è?”

La gomma da masticare o chiamata semplicemente in inglese chewing gum. 

Amata da bambini, giovani e adulti, la gomma è molto apprezzata non solo per il sapore ma anche per molteplici usi come antistress, alitosi, riduzione del senso di fame o digestione. 

Ma cosa contengono le gomme da masticare?

Facciamo un tuffo nel passato. Il chicle è la gomma naturale ricavata dal Manilkara chicle (ossia, lattice prelevato dalla corteccia della Sapodilla), una pianta tropicale originaria del Centro America. Le prime tracce risalgono ai Maya i quali masticavano abitualmente “palline di gomma” utilizzata per pulire i denti o inibire la fame durante i rituali del digiuno. La nascita della moderna gomma da masticare risale al 1869 grazie a William Semple. Nel 1900 le chicle sono state sostituite dalle gomme sintetiche (elastomeri sintetici) per migliorare l'elasticità, la viscosità,prolungare la durata dell’aroma ed i costi sono inferiori.


Alcuni ingredienti che compongono la gomma sono: 

Base per gomma: la cui composizione resta oscura (i produttori giustificano questo mistero con il segreto aziendale), tra le varie sostanze sintetiche alcune vengono ricavate dal petrolio come ad esempio l’aceto polivinilico o la gomma butilica. Uno dei motivi per cui la gomma non è biodegradabile ed ha un grosso impatto sull'inquinamento ambientale.

Dolcificanti sostitutive: le gomme che contengono zuccheri favoriscono all’alterazione della glicemia nel sangue quindi spesso si preferisce masticare gomme senza zucchero credendo che siano meno dannose. In realtà gli zuccheri vengono sostituiti con dolcificanti naturali come, ad esempio, aspartame, formaldeide o sucralosio. Queste sostanze vengono assorbite velocemente dal corpo alterando l'equilibrio chimico e determinando un aumento dello stimolo dell’appetito, favorendo l’accumulo dei grassi e di conseguenza un aumento del peso. Inoltre possono generare effetti lassativi in quanto molti dolcificanti sostitutivi richiamano acqua nell’intestino.

Additivi: ad esempio il biossido di titanio si trova in molte gomme ed è usato come sbiancante, il quale oltre ad essere associato a molte malattie, come alterazione del microbiota intestinale, ha anche potere cancerogeno.

Perché fa male masticare le gomme?

La masticazione continua può provocare una serie di problemi come:

erosione dentale e formazione di carie;
disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare;
bruciori gastrici in quanto la masticazione favorisce la secrezione degli acidi dello stomaco (perché l’apparato digerente si prepara a ricevere cibo);
gonfiori addominali determinati dal fatto che masticare porta ad ingoiare eccessiva aria.
assunzione di minori concentrazione di nutrienti. Questo perché masticare continuamente riduce la voglia di mangiare e allo stesso tempo spinge la persona a fare dei digiuni prolungati. 
Ci sono numerosi studi che ne sconsigliano il consumo.

Quindi alla domanda: “Vuoi una gomma? ...No grazie!”

Iscriviti alla Newsletter Natural Diet

Resta aggiornato segui le nostre novità e ricette.
Iscriviti Alla Nostra , Newsletter e ricevi un Omaggio

* indicates required

Seleziona la casella per ricevere le nostre newsletter:

Puoi cancellarti in qualsiasi momento cliccando sul link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visita il nostro sito web.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriversi, l'utente riconosce che le sue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Per saperne di più sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp, clicca qui.