ASSISTENZA 7 GIORNI SU 7 | CONSULENZA ON LINE

LE DIETE VEGANE

LE DIETE VEGANE
06 aprile 2021
  • Blog

Negli ultimi anni le diete vegane sono sempre più di moda: chi di voi, infatti, non ha mai sentito parlare di dieta vegana?

Sicuramente le motivazioni che spingono verso questa scelta sono di tipo etico, salutistico ed ecologico: si diventa vegani quasi sempre per ragioni di benessere e salute, ma anche per rispetto dell’ambiente ed amore degli animali.

Nonostante però il suo crescente successo, la dieta vegana è anche uno dei regimi alimentari più controversi: da una parte ci sono i possibili effetti positivi che questo regime può avere sulla salute, dall’altra parte invece, subentrano le critiche per l’elevato rischio di carenze nutrizionali a cui ci si espone nel seguire questo regime.


Quindi, vi starete chiedendo, è consigliato o no intraprendere questo regime alimentare? Oggi insieme andremo ad analizzare quali sono i pro e i contro delle diete vegane e cercheremo di capire come e quando questa può essere seguita.


La dieta vegana è un regime alimentare basato sul consumo esclusivo di cereali, legumi, verdura e frutta, sia secca che fresca. Sono esclusi, invece, tutti gli alimenti di origine animale come carne, pesce, uova, miele, latte e derivati. 

Anche solo leggendo quali sono gli alimenti consumati e quali quelli esclusi, possiamo sicuramente affermare che, il principale effetto positivo di questo regime è legato all’elevato apporto di verdura e frutta, alimenti dotati di un’alta percentuale di fibre, acqua e antiossidanti:


Le fibre sono sostanze non digeribili contenute dei vegetali. Queste una volta giunte nell’intestino facilitano il transito e aiutano quindi a ridurre il rischio di stitichezza,
Gli antiossidanti aiutano a mantenere il nostro sistema immunitario attivo e in salute,
L’acqua invece, come tutti sappiamo, aiuta a far lavorare bene tutti gli organi, a ridurre la ritenzione idrica e a migliorare l’aspetto della pelle.

Nonostante ciò però, seguire una dieta a base di soli cibi vegetali può avere anche dei risvolti negativi da non sottovalutare. Eliminando, infatti, totalmente dalla propria alimentazione tutte le fonti animali si incorre a possibili carenze nutrizionali, come:


Carenza vitaminica: tra le principali vitamine carenti troveremo sicuramente la vitamina B12 e la vitamina D, in quanto sono contenute principalmente in alimenti di origine animale.
La vitamine B12 è essenziale per il funzionamento del sistema nervoso e del fegato e quindi, in presenza di gravi deficit protratti nel tempo si può andare incontro alla comparsa di sintomi quali stanchezza, mal di testa, alterazioni dell’equilibrio e disturbi del sonno. La vitamina D, invece, è fondamentale per il sistema immunitario e per una buona salute ossea; una sua carenza può causare infatti rachitismo, nei soggetti più giovani, e osteoporosi negli adulti.

Carenza di sali minerali: tra tutti i sali minerali il ferro è quello maggiormente carente quando si segue una dieta vegana. ll problema non riguarda gli introiti, che possono essere anche elevati, dal momento che molti vegetali contengono ferro. Ma riguarda l’assorbimento, infatti il ferro contenuto nei cibi di origine animale è l’unico che il nostro corpo riesce ad assimilare. Una sua carenza è preoccupante soprattutto per le donne vegane in età fertile. 
Carenza proteica: Le proteine contenute nei legumi, unica fonte proteica per il vegano, sono di medio/bassa qualità, non possiedono quindi lo stesso profilo aminoacidico di carne o pesce. Tuttavia, l’associazione di cereali, o dei loro derivati, con i legumi può mettere a disposizione dell’organismo una miscela proteica il cui valore biologico è paragonabile a quello delle proteine animali.   
Carenza omega 3: gli omega 3 sono acidi grassi essenziali che ritroviamo solo nel pesce, per tale motivo una dieta vegana ne è completamente priva. Questi acidi grassi sono importanti per la nostra salute, infatti tra le diverse funzioni stimolano anche la produzione di particolari molecole, gli eicosanoidi, i quali svolgono funzione antinfiammatoria. 

Ora che sapete quali sono i pro e i contro delle diete vegane potete ben capire che è importante e necessario saper bilanciare in modo accurato l’apporto di nutrienti e di prevedere le opportune integrazioni per evitare qualsiasi tipo di carenza. Sicuramente rivolgersi ad un biologo nutrizionista può essere importante per evitare spiacevoli condizioni ed eventuali patologie.

Iscriviti alla Newsletter Natural Diet

Resta aggiornato segui le nostre novità e ricette.
Iscriviti Alla Nostra , Newsletter e ricevi un Omaggio

* indicates required

Seleziona la casella per ricevere le nostre newsletter:

Puoi cancellarti in qualsiasi momento cliccando sul link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visita il nostro sito web.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriversi, l'utente riconosce che le sue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Per saperne di più sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp, clicca qui.