ASSISTENZA 7 GIORNI SU 7 | POINT ITALIA

LE VIRTU' SCONOSCIUTE DEGLI ASPARAGI

  • Home
  • /
  • Blog
  • /
  • LE VIRTU' SCONOSCIUTE DEGLI ASPARAGI
LE VIRTU' SCONOSCIUTE DEGLI ASPARAGI
09 maggio 2022
  • Blog

L’asparago appartiene alla famiglia delle Liliacee, genere Asparagus specie Officinalis; cresce spontaneo nei campi di Liliacee ed è una pianta conosciuta fin dalla notte dei tempi, ben nota sia in Grecia che in Egitto. Da sempre utilizzata in cucina e per la “cura” dei reni, la pianta dell'asparago viene coltivata in molti paesi: la Cina è il maggior produttore al mondo seguita dalla Germania e dall’Italia. Gli asparagi crescono su un rizoma, una radice sotterranea con un fusto da cui si ergono i germogli detti anche turioni, per una lunghezza di circa 20 cm. La raccolta inizia a gennaio, ma il periodo migliore è la primavera ed è necessario non attendere molto con la raccolta, per fare in modo che la parte iniziale non diventi dura rendendoli immangiabili. 


Le 4 varietà di asparagi

Che siano bianchi, verdi o viola, sottili o grossi, le proprietà degli asparagi rimangono invariate a patto che il germoglio sia tenero e ben colorato, che si spezzi senza piegarsi e non presenti secchezza. I germogli più teneri possono essere consumati crudi o appena scottati e si prestano a moltissime ricette anche molto ricercate.

 

VERDI
In genere sono i più apprezzati, devono il colore alla clorofilla, hanno un sapore dolce e la loro parte apicale, simile a una spiga intinta in semplice olio oliva extravergine limone e sale, offre un gustoso piatto ricco di antiossidanti (meglio cuocerli al vapore per mantenere intatte le sostanze) rutina, glutatione, elementi nutrizionali di cui gli asparagi sono ricchi. L’asparagina, un aminoacido, è l'elemento che conferisce il caratteristico odore all’urina e quindi responsabile dell’effetto diuretico che si gli si attribuisce.
BIANCHI
Coltivati al riparo dalla luce e raccolti appena spuntati, sono molto teneri e delicati e vengono conservati in acqua e sale per poterli mangiare anche fuori stagione.
VIOLETTI
Ricchi di antocianidine (utili per il microcircolo) dal sapore delicato e fruttato, si prestano a molte deliziose ricette di primi e secondi piatti.
SELVAGGI
Sono i migliori e appartengono ad una specie diversa, l'Asparagus acutifolium, dal gambo sottile e l’apice foliato. Si possono raccogliere non oltre i 1000 metri tra aprile e giugno e sono ottimi in frittate o aggiunti a minestre.


Gli asparagi sono un concentrato di fibre che aiutano ad assorbire meno grassi e zuccheri provenienti da alimenti consumati nello stesso pasto e a stimolare la digestione, prevenendo stipsi e gonfiore. Sono ottime fonti di vitamine antiossidanti, in particolare la A, la C, la E ed alcune del gruppo B, e sali minerali come fosforo, potassio e cromo, utili al corretto funzionamento dell’organismo. Inoltre questi ortaggi sono ricchi di saponine, molecole presenti in numerose piante ad azione detergente. Si tratta di composti chimici la cui famiglia è molto complessa. L’asparago surgelato mantiene intatte le sue proprietà; è consigliabile quindi lavarli, sfregare delicatamente, cuocerli e metterli in sacchetti appositi e surgelarli per poterli consumare tutto l’anno. Per “riattivarli” è sufficiente immergerli in acqua bollente, senza farli bollire e lasciarli qualche minuto, quindi trattarli secondo ricetta. Il metodo migliore è saltarli freschi in padella per consentire di mantenere all’interno le sostanze funzionali, che con la bollitura andrebbero disperse in acqua. E voi come li cucinate?

Iscriviti alla Newsletter Natural Diet

Resta aggiornato segui le nostre novità e ricette.
Iscriviti Alla Nostra , Newsletter e ricevi un Omaggio

* indicates required

Seleziona la casella per ricevere le nostre newsletter:

Puoi cancellarti in qualsiasi momento cliccando sul link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visita il nostro sito web.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriversi, l'utente riconosce che le sue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Per saperne di più sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp, clicca qui.