ASSISTENZA 7 GIORNI SU 7 | CONSULENZA ON LINE

AMATI PER AMARE

AMATI PER AMARE
13 febbraio 2021
  • Blog

“Amare se stessi è l'inizio di una storia d’amore lunga tutta una vita” diceva il celebre Oscar Wilde e non posso che concordare con lui nel dire che questa forma di Amore è la più importante che dovremmo imparare a provare, essendo essa propedeutica a tutte le altre forme di amore possibili. 

Questo articolo più che sull’alimentazione in sé l’ho pensato ed elaborato per tutte quelle persone che ogni giorno si guardano allo specchio e si rimproverano di non essere abbastanza: abbastanza magre, abbastanze toniche, abbastanza forti ecc…
Guardarsi allo specchio e non piacersi è la più grande forma di frustrazione che possiamo provare nella vita e, non mi riferisco solo all’aspetto fisico, ma anche a quello comportamentale; il “guardarsi allo specchio” può essere anche metaforico ed inteso come presa di coscienza di sé.
Ho deciso di affrontare questo argomento perchè quasi sempre, sento dire ai miei pazienti che iniziano a vedere i primi risultati di un percorso alimentare queste frasi “Finalmente inizio a piacermi” oppure “Finalmente mi piaccio” e notano immediatamente come questo loro apprezzarsi sia direttamente proporzionale al vivere la vita con maggiore entusiasmo e positività, proprio con lo stesso spirito che si crea quando finalmente arriva una giornata di sole dopo tanti giorni di incessante pioggia. Allora, cosa posso fare per iniziarmi ad amare? 


Ritagliare degli spazi miei fatti di hobbies e passioni da coltivare
Fare progetti e pianificare impegni ed eventi che mi diano la giusta carica per affrontare il presente
Chiedermi cosa non amo di me stesso\a e capire come poterlo risolvere
Valorizzare i miei punti di forza
Intraprendere un percorso di rinascita fisica e, giorno per giorno, scolpire il nostro corpo come la miglior opera d’arte esistente

Da Nutrizionista non posso non soffermarmi su quest'ultimo punto. Stare in un corpo che ci crea disagio è un “incubo” cronico: il nostro corpo incide molto sulle scelte che facciamo quotidianamente come quella di acquistare o meno un abito, di indossare o meno un vestito, di andare o meno al mare, o anche di conoscere un potenziale partner con il quale poi ci troveremo in intimità. Non sentirci a nostro agio fisicamente farà si che inizieremo a privarci di tanti piccoli piaceri che, a lungo andare, non faranno altro che farci condurre un’esistenza “a metà” e sempre più apatica. E sapete tutto ciò come si ripercuote a livello sentimentale e relazionale? Accadrà che ci affiancheremo persone in grado di colmare le nostre insicurezze e di amarci come noi non sappiamo fare, provando un enorme benessere, ma avendo letteralmente riposto nelle mani di un’altra persona la nostra felicità. Arriveremo ad un punto in cui proveremo DIPENDENZA AFFETTIVA: noi senza quella persona che ci fa sentire “belli e speciali” ci sentiremmo persi, ma questo non deve accadere, è distruttivo e non ha nulla a che vedere con l’Amore vero che per me è camminare su due binari paralleli, è sentirsi bene da soli e migliori insieme a qualcun altro, l’Amore è saper scegliere la persona giusta, quella che da un valore aggiunto alla nostra vita, ma soprattutto l’Amore non crea dipendenza affettiva.

Ecco perchè io dico che è fondamentale “AMARSI PER AMARE”
Tante mie pazienti, soprattutto donne, dopo aver intrapreso e concluso un percorso di cambiamento fisico hanno maturato la consapevolezza di non aver affianco la persona giusta, di amarsi e di “volere di più” e di non accontentarsi solo per paura di non riuscire a trovare qualcun altro. Per questo dico che l’Amore per se stessi è propedeutico all’Amore per gli altri. Non sono una Psicologa e lascio a loro il compito di sviscerare le problematiche relazionali, ma nel mio percorso di studi ho affrontato diversi aspetti della psicologia legati ai DCA (i disturbi del comportamento alimentare) ed ho appreso che clinicamente non deve essere assolutamente sottovalutata la frustrazione che proviamo nel vivere in un corpo che non ci soddisfa perchè molto spesso questo fenomeno da origine ad altri problemi più seri come stati depressivi o, appunto DCA. Quante volte vi è capitato di sentirvi giù di morale, di sfogare questa tristezza in un’abbuffata ricca di zuccheri e grassi e di sentirvi poco dopo ancor peggio? Ecco, questo atteggiamento, se reiterato nel tempo, può rendere vittime, ad esempio, della cosiddetta BULIMIA, un DCA che deve essere diagnosticato ed affrontato tempestivamente con le dovute terapie psicologiche ed alimentari. 

Iscriviti alla Newsletter Natural Diet

Resta aggiornato segui le nostre novità e ricette.
Iscriviti Alla Nostra , Newsletter e ricevi un Omaggio

* indicates required

Seleziona la casella per ricevere le nostre newsletter:

Puoi cancellarti in qualsiasi momento cliccando sul link nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visita il nostro sito web.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per iscriversi, l'utente riconosce che le sue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Per saperne di più sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp, clicca qui.